Posts Tagged 'chiesacattolica'

Memoria dimessa

Children Participate in Annual Training During Kids AT

Da bimbo andavo a messa

per ridere fino a scoppiare

sottovoce,

per ammirare i vetri cattedrale

e per ascoltare

le dentiere degli anziani

che sibilavano preghiere.

stained-glass-1181864_960_720

Annunci

Parigi…e spiritualità sotto attacco

money, god, religioni, dio, terrorismo, isis

Succedono fatti strani con retroscena complessi e raccapriccianti, tradotti con una tale semplicità da post e commenti sui social, di un putridume e di un’agitazione spesso più penzi dei fatti stessi.

Allah è grande. Cristo è grande. Yahweh è grande. E chi più ne ha più ne metta.

Gli dei ci sono. Ce li abbiamo. Non ci mancano proprio, non vi è dubbio.

Ci battiamo in loro nome, uccidiamo ed amiamo in loro nome.

Del resto succede la stessa identica cosa anche nello sport e nella politica. Le stesse identiche dinamiche.

Non percepite un certo fil rouge devastante in tutto questo tifo (leggi il mio articolo Malati di tifo) costante che miete vittime e promuove atrocità all’ordine del giorno?

Dunque, dov’eravamo rimasti? A “Gli dei ci sono”. Non ci mancano. Soprattutto il “DIO DENARO” sicuramente c’è. Dio denaro c’è! Lo potrebbe urlare anche Guido Meda. E’ il dio denaro che ci fa stare tranquilli, che spesso ci fa e poi ci accoppia. In questo caso ci fa e ci accoppa. E’ lui il dio che ci sorveglia giorno e notte e guida le nostre più umilianti e subdole azioni quotidiane.

Le religioni non ci mancano. C’è un assortimento di dei e religioni che nemmeno al centro commerciale sotto Natale. Ognuno di noi (non guardate me) ne sceglie una e la fa sua.

E’ palese che tutto ciò che vogliamo da una religione, dall’ossessione per una squadra o per un partito, è solamente un bastone “morale”, che ci faccia sentire meno fragili di quel che siamo, ci regga in piedi, perché da soli non ce la facciamo.

Quello che ci serve e che manca ultimamente, a livello mondiale, si chiama SPIRITUALITA’.

-RELIGIONE +SPIRITUALITA’ vorrei che fosse il motto.

La vera spiritualità non sarà mai un bastone perché è sincera e nasce dentro di noi. Non la si trova nelle statuine sui comodini e nei ponti tradizionali tra noi e l’aldilà.

La spiritualità non risiede in un nome o in una bandiera. La materia non vi può far conoscere la vostra spiritualità.

Saremmo noi la nostra spiritualità una volta recuperata dentro, frequentata e conquistata. Noi il nostro dio. La rappresenteremmo, la spiritualità. Senza chiacchiere da bar o da dopo-festival.

Ma che rapporto avete con voi stessi, con ciò che avete dentro e che prima o poi si rivela?

Ci vogliono forza di volontà, autocritica, autoironia, pazienza e umiltà. Non la si trova dietro l’angolo o in tv, la spiritualità.

Dovete muovervi adesso se cercate SERIAMENTE un mondo migliore e una speranza, che sfugge sempre davanti ad immagini abominevoli come quelle di ieri notte da Parigi. L’unica dimensione umana di cui dovremmo sentirci parte è la nostra spiritualità. Quel “mondo migliore” che tanto reclamiamo di fronte alle barbarie è lo stesso mondo che dovremmo rappresentare e promuovere nelle nostre piccole scelte interiori quotidiane. 

Ma come pensate di risolvere tutto schierandovi dalla parte di qualcuno?

Non avete ancora capito chi sono gli imbonitori?

Meditate.

Pace.

CITAZIONI:

“L’evoluzione sociale non serve al popolo. se non è preceduta da un’evoluzione di pensiero.” (Franco Battiato)

“The revolution will not be televised” (Gill Scott Heron) Continua a leggere ‘Parigi…e spiritualità sotto attacco’

I 10 comandamenti per una vita più sincera e felice

1  – Spegnete la tv

2  – Fate l’amore

3  – Parlate con gli amici

4  – Amate chi suona

5  – Scrivete poesie

6  – Guardate il cielo

7  – Camminate nei boschi

8  – Spegnete i cellulari

9  – Comprate i dischi

10 – Perdete tempo

I 10 comandamenti per una vita più sincera e felice

1  – Spegnete la tv

2  – Fate l’amore

3  – Parlate con gli amici

4  – Amate chi suona

5  – Scrivete poesie

6  – Guardate il cielo

7  – Camminate nei boschi

8  – Spegnete i cellulari

9  – Comprate i dischi

10 – Perdete tempo


Segui assieme ad altri 7.203 follower

Instagram

► Archivio

► Questa è la copertina del mio libro (CLICCACI SOPRA per saperne di più):

Clicca sulla copertina!

“Il verso del cane” è la nostra voce interiore. Siamo noi, che nel frastuono delle opinioni altrui, nei faccia a faccia con le nostre scelte interiori quotidiane permettiamo che la voce del cuore venga soffocata dalla paura mentre cerca invano di rivelare la semplice verità. Nessun altro meglio del cane rappresenta la solitudine dell’individuo, complice e ostaggio dei suoi (apparentemente) simili. Dedicato al mio primo cane, grande poeta e grande amico, Bubu.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: