I 10 comandamenti per una vita più sincera e felice

1  – Spegnete la tv

2  – Fate l’amore

3  – Parlate con gli amici

4  – Amate chi suona

5  – Scrivete poesie

6  – Guardate il cielo

7  – Camminate nei boschi

8  – Spegnete i cellulari

9  – Comprate i dischi

10 – Perdete tempo

Annunci

19 Responses to “I 10 comandamenti per una vita più sincera e felice”


  1. 1 in fondo al cuore 17 aprile 2013 alle 10:45

    Bè direi che sono a buon punto 😉 Buona giornata!

    • 2 Cristiano 17 aprile 2013 alle 10:46

      ahahah ottimo allora 😉 buona anche a te!

  2. 3 tramedipensieri 17 aprile 2013 alle 11:09

    Qualche punto mi ………….manca…ma vedrò di recuperare!

    buona giornata
    .marta

    • 4 Cristiano 17 aprile 2013 alle 11:57

      😉 già…fallo per te…buona giornata!

  3. 5 Cicciona 17 aprile 2013 alle 12:15

    E aggiungerei anche per una vita più felice.

    • 6 Cristiano 17 aprile 2013 alle 19:16

      esatto!

  4. 7 bortocal 17 aprile 2013 alle 14:05

    e chi li rispetta tutti, tranne un poco l’ultimo, che cosa riceve in premio? 🙂

    • 8 Cristiano 17 aprile 2013 alle 19:15

      La pace ultraterrena XD

  5. 9 MissMcfly 29 maggio 2013 alle 20:44

    Ho un sogno ricorrente ultimamente, quello di rotolarmi nei prati 🙂 Ovviamente senza cellulare nelle tasche ma qualche fiore nei capelli, e me ne fotto anche che sono allergica a graminacee, paretarie e murarie. Voglio rotolarmi in un prato, guardando il cielo ogni 360 gradi, fino a morire sfinita, addormentarmi e poi sognare di rotolarmi in un prato ❤

    • 10 Cristiano 29 maggio 2013 alle 20:58

      ahahah si chiama LSD 😉 bacio

      • 11 MissMcfly 29 maggio 2013 alle 21:05

        Ahahahahah, eppure credo di esserne capace senza 🙂

      • 12 Cristiano 29 maggio 2013 alle 21:10

        Sono sicuro di sì 😉 scherzavo! Sono della tua stessa idea e ogni volta che giro in periferia con la bici e incontro quelle distese d’erba da favola sogno le medesime cose che sogni tu!

      • 13 MissMcfly 29 maggio 2013 alle 21:12

        Sogno anche di vivere in pianura e di andare sempre in giro in bici!!! Purtroppo vivo in collina e non ho neanche una bici. Ultimamente non ho neanche più una macchina, però sto riscoprendo quando è bello camminare…

      • 14 Cristiano 29 maggio 2013 alle 21:20

        Sono anch’io un camminatore e hai proprio ragione…è bellissimo, ci vado spesso, abito tra collina e pianura…si riscoprono un sacco di sensazioni andate perse col progresso e i chilometri diventano più affascinanti, diventi padrone del tempo… pure io ho eliminato la macchina…per forza di cose, per i costi proibitivi e perché ormai è diventato un mezzo alienante…Mi sentivo inscatolato e stupido…Mi sono preso una bici e non riesco più a smettere…

  6. 15 MissMcfly 29 maggio 2013 alle 21:28

    Ultimamente, quando sono in una tavola calda a mangiare da sola, in viaggio su un autobus/treno da sola, in qualsiasi posto “da sola”, mi chiedo spesso: “se nessuno delle persone intorno a me avesse un telefonino o un lettore mp3, qualcuno socializzerebbe con me?”… Secondo te?

    • 16 Cristiano 29 maggio 2013 alle 21:40

      Secondo me sì, sarebbe inevitabile…spesso questi oggetti sono più un pericoloso rifugio che altro, ci allontanano dal presente della vita terrena…basterebbe prenderli nella giusta misura, con la giusta dose…ma di questo passo stai tranquilla che qualcosa che è andato perso col tempo è destinata a ritornare…chi va dritto per quella strada creata da un sistema fallito, senza voltarsi mai, senza pensare di uscirne minimamente, è destinato a finire male…e le notizie tragiche le senti ogni giorno…è selezione naturale…bisogna solo riconquistare se stessi…e non è poco…la crisi aiuta però…io non mi vendo 😉

      • 17 MissMcfly 29 maggio 2013 alle 21:46

        Spero che la tua profezia si avveri e chissà magari verrò a sbattere alla tua bici mentre rotolerò lungo un prato 🙂

      • 18 Cristiano 29 maggio 2013 alle 22:14

        ahaha Mi farebbe piacere precipitare nel tuo sogno sul prato 🙂

  7. 19 gdpozzo 7 luglio 2013 alle 07:41

    Per vivere in questo termpo sono ottimi, concordo su tutti anche se l’osservanza di alcuni presenta qualche difficoltà…
    per l’universalità puoi fare meglio…
    un caro saluto
    il guardiano del pozzo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Segui assieme ad altri 7.206 follower

Instagram

► Archivio

► Questa è la copertina del mio libro (CLICCACI SOPRA per saperne di più):

Clicca sulla copertina!

“Il verso del cane” è la nostra voce interiore. Siamo noi, che nel frastuono delle opinioni altrui, nei faccia a faccia con le nostre scelte interiori quotidiane permettiamo che la voce del cuore venga soffocata dalla paura mentre cerca invano di rivelare la semplice verità. Nessun altro meglio del cane rappresenta la solitudine dell’individuo, complice e ostaggio dei suoi (apparentemente) simili. Dedicato al mio primo cane, grande poeta e grande amico, Bubu.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: